Autenticazione firma a domicilio

Come richiedere l'autenticazione della firma a domicilio

Autenticazione firma a domicilio per gravi e documentati motivi

Solo per gravi e documentati motivi (malattia, invalidità, ecc.) è possibile richiedere di apporre la firma al proprio domicilio. La dichiarazione di chi non sa e non può firmare è raccolta dal pubblico ufficiale che si deve accertare dell'identità del dichiarante, attestare che la dichiarazione è stata a lui resa dall'interessato, indicando l'esistenza dell'impedimento.

In caso di impedimento temporaneo di chi ha interesse ad autenticare la firma, per ragioni connesse al suo stato di salute, la sua dichiarazione, innanzi al pubblico ufficiale, è sostituita dalla dichiarazione, contenente espressa indicazione dell'esistenza di un impedimento, resa dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado, previo accertamento dell'identità del dichiarante. Non può essere autenticata in caso di dichiarazione fiscale. L'autentica della firma rimane necessaria esclusivamente per le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà da presentare ai privati o per le domande di riscossione di benefici economici (pensioni) da parte di terze persone.

Cosa presentare:

  • Un valido documento di riconoscimento.
  • Il documento sul quale apporre la firma.

Costi

Il costo è pari ai diritti di segreteria ovvero 0,26 € per la carta libera e 0,52 € per l’uso in bollo.

Tempi di rilascio

L’Autenticazione è contestuale alla presenza del pubblico ufficiale.

Normativa di riferimento

  • Decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000.


Condividi:
<